Pathfinder espelle i Drow dalla storia ufficiale, dicendo che sono troppo "profondamente legati" all'identità di DD

 Pathfinder espelle i Drow dalla storia ufficiale, dicendo che sono troppo "profondamente legati" all'identità di DD

Thomas Murphy

Pathfinder sta eliminando i Drow dalla sua storia ufficiale, secondo i progettisti del gioco di ruolo fantasy da tavolo. L'editore, Paizo, ha annunciato la notizia durante un panel alla PaizoCon Online 2023 della scorsa settimana, sostenendo che la classica razza fantasy era troppo legata all'identità culturale di Dungeons &; Dragons.

Il direttore creativo James Jacobs ha illustrato il piano nell'ambito del panel "Into the Darklands" lo scorso venerdì, affermando che l'enorme area sotto Golarion - l'ambientazione principale di Pathfinder - è sempre stata importante, ma prende in prestito molto dall'Underdark di D&D che dovrebbe essere modificato in un mondo post Licenza di Gioco Aperto.

Paizo ha recentemente annunciato l'intenzione di separare il proprio materiale ufficiale dall'OGL di D&D, dopo che Wizards of the Coast ha attirato le ire di giocatori e creatori all'inizio di quest'anno con una serie di debacle sulle licenze. Denominato Pathfinder Second Edition Remaster Project, l'iniziativa culminerà in quattro nuovi libri, ma includerà anche modifiche intermittenti, come l'eliminazione dei Drow dal lore ufficiale.

Per visualizzare questo contenuto, abilitare i cookie di targeting. Gestisci le impostazioni dei cookie Guarda su YouTube

Guarda anche: Calendario delle uscite di Magic: The Gathering 2023: tutti i set MTG in arrivo e la data di uscita

Pathfinder's Darklands ha più cose in comune con Legend of Zelda: Tears of the Kingdom di quanto si possa pensare.

Guarda anche: Ispirato a Breath of the Wild e Shadow of the Colossus, Leviathan Wilds è un gioco da tavolo cooperativo emozionante e fluido che consiste nell'arrampicarsi su bestie giganti.

I Drow nelle Terre Oscure saranno in gran parte sostituiti dai Serpentfolk, una razza rettiliana che ricoprirà il ruolo narrativo di cattivi nelle avventure pubblicate ambientate sotto terra. Altre razze, come la versione di Pathfinder dei duergar e gli gnomi delle profondità, appariranno come società moralmente buone (o almeno neutrali), insieme a una versione più ricca e distinta degli elfi delle caverne. Le vecchie città Drow sarannodiventeranno insediamenti serpentfolk o l'ambientazione di misteri più profondi, e il prossimo libro di fonti Rage of Elements inizierà a esplorare questa nuova versione in modo più dettagliato.

Jacobs ha dichiarato che inizialmente il team aveva preso in considerazione l'idea di reinterpretare i Drow, ma ha trovato questo popolo cupo e matriarcale, con un'inclinazione per l'estetica del ragno, "così profondamente radicato" in D&D e nelle sue opere che si è sentito più sicuro nel ricominciare da capo. L'argomentazione è valida se si considera l'eredità e la continua popolarità delle storie di Drizzt Do'Urden di R.A. Salvatore e dei Drow in generale.Il ranger immaginario è apparso l'anno scorso sulle carte di Magic: The Gathering e ha ancora un certo valore culturale tra i giocatori di D&D affezionati.

Jacobs ha detto che i personaggi Drow esistenti e le campagne homebrew dovrebbero sentirsi liberi di continuare a usarli nelle partite di Pathfinder 2E, ma i giocatori non dovrebbero aspettarsi di vederli comparire presto nei percorsi di avventura ufficiali o in altro materiale pubblicato.

Thomas Murphy

Thomas Murphy è un giocatore appassionato che gioca ai giochi da tavolo da oltre 20 anni. Ha un amore ineguagliabile per tutti i tipi di giochi da tavolo, di carte e di dadi, e traspare davvero negli articoli che scrive. Che si tratti di un'immersione profonda in un gioco classico, di una recensione di una nuova versione o di un'analisi delle ultime tendenze nel mondo dei tavoli, la scrittura di Thomas è sempre coinvolgente, perspicace e, soprattutto, divertente. Quando non è impegnato a giocare o a scriverne, Thomas trascorre il suo tempo insegnando e facendo da mentore a nuovi giocatori, facendo volontariato nei negozi di giochi locali e viaggiando per convegni ed eventi in tutto il mondo. Il suo obiettivo è diffondere il suo amore per i giochi da tavolo in lungo e in largo e condividere con gli altri la gioia e l'eccitazione che derivano dal sedersi con amici e familiari e giocare insieme a un grande gioco.