Le campagne di Gamefound hanno fruttato 28 milioni di dollari l'anno scorso, mentre il vantaggio di Kickstarter diminuisce

 Le campagne di Gamefound hanno fruttato 28 milioni di dollari l'anno scorso, mentre il vantaggio di Kickstarter diminuisce

Thomas Murphy

Gamefound, una piattaforma di crowdfunding progettata per le campagne di giochi da tavolo, ha aumentato le sue entrate complessive del 45% rispetto al 2022.

Guarda anche: Magic: The Gathering Arena arriva su Steam a maggio ma lascia in sospeso l'arrivo su console

Posizionata come diretta concorrente di Kickstarter, una piattaforma di crowdfunding che presenta una varietà di progetti diversi, Gamefound ha acquisito il 45% di entrate in più nel 2022 rispetto al 2021 (grazie a Polygon). La piattaforma di crowdfunding ha guadagnato circa 28,3 milioni di dollari (23 milioni di sterline) attraverso le varie campagne che ha ospitato, aumentando il numero di progetti presenti sul sito web da pochiall'inizio del 2022 a centinaia entro la fine dell'anno.

Nonostante questo successo, il fondatore di Gamefound, Marcin Świerkot, ha ammesso che i ricavi totali raccolti nel 2022 sono rimasti al di sotto dell'obiettivo dell'azienda di 67,5 milioni di dollari (55 milioni di sterline), pari a circa il 25% dei ricavi raccolti dalle campagne di gioco da tavolo di Kickstarter nel 2021. Di conseguenza, Świerkot ha fissato a 50 dollari l'obiettivo di ricavi per le campagne di Gamefound da ottenere nel 2023.Secondo Świerkot, le campagne di crowdfunding per giochi del calibro di Elden Ring: The Board Game, The Last of Us: Escape the Dark e Slay the Spire: The Board Game, hanno tutte registrato una performance inferiore rispetto all'anno precedente.

Guarda anche: Recensione del gioco di ruolo Dune: Avventure nell'Imperium - denso e complesso come il classico della fantascienza

Il progetto di crowdfunding che ha raccolto più soldi su Gamefound nel corso del 2022 è stato Tainted Grail: Kings of Ruin, un'espansione per il gioco da tavolo fantasy pubblicato dallo studio fondato da Świerkot. La campagna di Gamefound per Kings of Ruin ha raccolto un totale di 4.421.347 dollari (3.589.603 sterline), battendo il secondo classificato - una seconda edizione del gioco da tavolo medievale Castles of Burgundy - di un paio di punti.di milioni di dollari.

Tra le altre performance di Gamefound si annoverano l'imminente gioco da tavolo Sleeping Gods: Distant Skies - un sequel del gioco d'avventura del 2021 che ha raccolto 2.081.703 dollari (1.690.93 sterline) - un tavolo da gioco modulare dotato di cassetti in cui i giocatori possono riporre le proprie pedine/giochi, che ha raccolto 1.639.341 euro (1.462.588 sterline), una collezione di miniature fantascientifiche che ha raccolto poco più di 1 milione di dollari (810.000 sterline) chiamata Ravaged Star:Armi del Velo Toccato e la campagna per il prossimo set di carte per Keyforge, Venti di Scambio, che ha raccolto 1.101.183 dollari (894.237 sterline).

Per visualizzare questo contenuto, abilitare i cookie di targeting. Gestisci le impostazioni dei cookie Guarda su YouTube

Wheels mette in evidenza alcuni dei giochi da tavolo più interessanti in arrivo nel 2023.

Sebbene Gamefound non abbia ancora raggiunto i livelli di fatturato di Kickstarter, il suo concorrente è finito sotto tiro negli ultimi anni per aver investito nella ricerca sull'implementazione della blockchain - cosa che ha suscitato la preoccupazione di diversi creatori e giocatori critici nei confronti dell'industria delle criptovalute. Nonostante la reazione di creatori e fan, il nuovo amministratore delegato di Kickstarter - Everett Taylor - ha confermato che lacontinuerà la sua "esplorazione della tecnologia blockchain", anche se come progetto separato dalla sua piattaforma di crowdfunding.

Sia Gamefound che Backerkit, un altro concorrente più recente di Kickstarter, offrono ai creatori e ai fan alternative a un'azienda che insiste nell'investire in criptovalute.

Thomas Murphy

Thomas Murphy è un giocatore appassionato che gioca ai giochi da tavolo da oltre 20 anni. Ha un amore ineguagliabile per tutti i tipi di giochi da tavolo, di carte e di dadi, e traspare davvero negli articoli che scrive. Che si tratti di un'immersione profonda in un gioco classico, di una recensione di una nuova versione o di un'analisi delle ultime tendenze nel mondo dei tavoli, la scrittura di Thomas è sempre coinvolgente, perspicace e, soprattutto, divertente. Quando non è impegnato a giocare o a scriverne, Thomas trascorre il suo tempo insegnando e facendo da mentore a nuovi giocatori, facendo volontariato nei negozi di giochi locali e viaggiando per convegni ed eventi in tutto il mondo. Il suo obiettivo è diffondere il suo amore per i giochi da tavolo in lungo e in largo e condividere con gli altri la gioia e l'eccitazione che derivano dal sedersi con amici e familiari e giocare insieme a un grande gioco.