Il set Innistrad: Double Feature di Magic: The Gathering è un vero spettacolo dell'orrore

 Il set Innistrad: Double Feature di Magic: The Gathering è un vero spettacolo dell'orrore

Thomas Murphy

Il primo set di Magic: The Gathering del 2022, in arrivo il 28 gennaio, Innistrad: Double Feature è un mash-up di tutte le carte, tranne dieci, di Innistrad: Midnight Hunt e Innistrad: Crimson Vow dell'anno scorso. Si tratta di un formato Draft speciale; l'obiettivo è quello di cercare di riportare la gente nei negozi non solo per fare il Draft in sé, ma anche per sostenere i negozi di giochi locali che hanno avuto difficoltà pernegli ultimi due anni.

Guarda anche: Gloomier: A Night at Hemlock Hall ritorna all'ambientazione del gioco di carte originale

Ogni carta del set ha uno speciale trattamento in bianco e nero per imitare i film di mostri della vecchia scuola, e ci sono anche speciali carte foil "schermo d'argento", che sono carte con un'illustrazione in bianco e nero che utilizza un processo di foil leggermente più sofisticato, come avrete già visto nei due set di Innistrad.

Invece di una vera e propria celebrazione di tutto ciò che è Innistrad - un piano di MTG estremamente popolare - sembra che ci sia il tentativo più palese di trarre profitto, il che è tutto dire sulla scia di Secret Lairs e della mole di nuovi set e carte di MTG con cui dobbiamo stare al passo.

Guarda su YouTube

Innistrad: Midnight Hunt e Innistrad: Crimson Vow contenevano 277 carte ciascuno. Double Feature include 267 di queste carte da ciascuno di questi set, il che significa che contiene ben 534 carte in totale. Si tratta di un set davvero mostruoso, ma anche di un set a cui non è stata data alcuna importanza.

Innistrad: Double Feature è un set mostruoso che non è stato minimamente pensato.

Piuttosto che creare un set pieno di carte che si completano a vicenda per creare un'esperienza di draft davvero unica e interessante, è semplicemente tutto Non c'è equilibrio di gioco - e se i due set sono stati progettati per essere giocati in questo modo, allora l'atto di dividerli ha poco o nessun senso. Significa che i set sono sempre stati pensati per essere giocati insieme, nel qual caso il vecchio formato a blocchi dei draft di Magic: The Gathering, in cui si prendevano due da un set e uno dall'altro, sarebbe stato più logico.

In ogni caso, quello che abbiamo o è un prodotto così come era stato progettato inizialmente prima di essere diviso in due per qualche motivo, o un prodotto che non era stato pensato per essere frantumato insieme e non sarà così divertente da giocare.

Double Feature non è una selezione curata di carte complementari di Crimson Vow e Midnight Hunt: è semplicemente tutto stipato insieme. Immagine: Wizards of the Coast

Guarda anche: Il bundle Trans Witches are Witches supporta gli indie LGBTQ+ con una bella collezione di 69 giochi di ruolo di scuola magica e altro ancora.

Tuttavia, il problema più grande non è il divertimento del formato Double Feature, ma i problemi di questo set risiedono nella sua esecuzione.

La selezione di carte non sembra una svolta eccitante, ma piuttosto il modo più semplice per riconfezionare qualcosa che è stato rilasciato solo di recente. Dopo tutto, entrambi i set che Double Feature combina sono usciti solo pochi mesi fa. È uno dei casi più evidenti di guadagno per l'azienda, non per i giocatori.

Ogni biglietto sembra prodotto da una stampante che ha esaurito l'inchiostro colorato, invece di essere progettato per essere monocromatico.

Non è solo la selezione delle carte a risultare poco brillante: tutte le carte del set sono in bianco e nero. C'è un modo per farlo che risulta incredibile. I fan avevano immaginato qualcosa di simile alla box art del set, con carte dotate di una nuova grafica che si adattasse al look monocromatico. L'equilibrio tra contrasto e nuove immagini avrebbe permesso a questo set di essere un vero collezionista, che vale la pena giocare per il suo valore.l'occasione di ritirare la vostra carta preferita con una nuova grafica e una finitura straordinaria.

Non è questo il caso: ogni carta è stata semplicemente privata del colore applicando un filtro in bianco e nero all'artwork originale. Non sembra esserci stato alcun ribilanciamento delle luci e degli scuri, né nulla di più dedicato a far sì che le carte abbiano un bell'aspetto. Ognuna di esse, almeno da quello che abbiamo visto, assomiglia più a qualcosa prodotto da una stampante che ha esaurito l'inchiostro colorato, invece che a una carta da collezione.carta che è stata progettata per essere monocromatica.

Guarda su YouTube

Quando si guarda a un prodotto, è importante considerare ciò che avrebbe potuto essere, ma anche giudicarlo in base a ciò che è. Tuttavia, nel caso di Double Feature, ci è stato dato qualcosa che invoca intrinsecamente altre idee su ciò che avrebbe potuto, e forse dovuto, essere rilasciato. Forse perché il marketing del prodotto è stato eterogeneo, come dimostra il fatto che il capo designer MarkRosewater ha dovuto chiarire alcune questioni dopo aver visto il contraccolpo.

Avrebbe potuto essere un prodotto curato dai più recenti set di Innistrad, più compatto, con un mix coeso di carte che si completano a vicenda. Avrebbe potuto anche essere qualcosa che si spingeva più indietro nel tempo, ristampando carte più vecchie del piano per contribuire ad abbassarne il costo nel mercato secondario. Carte come Emrakul, la Fine Promessa si trovano a oltre $44 (£30) l'una; unLa ristampa, soprattutto in questo stile, contribuirebbe a ridurre i costi.

Avrebbe potuto essere una vera e propria celebrazione degli orrori di Innistrad, con nuovi artwork che rappresentavano le bestie e gli eroi più famosi del mondo. Avremmo potuto avere lupi mannari con gli artigli che gocciolano, vampiri con i denti bagnati di sangue e umani affissi su poster scomparsi. Avremmo potuto avere tante altre cose che avrebbero giustificato l'esistenza di questo prodotto, ma non ne abbiamo nessuna.

Le carte di Double Feature sono state ristampate in una tavolozza di colori monocromatici, ma l'illustrazione è rimasta la stessa. Immagine: Wizards of the Coast

Tra la mancanza di curatela, il trattamento scadente delle carte e il fatto che abbiamo ricevuto Crimson Vow solo due mesi fa, Double Feature ha tutte le caratteristiche per essere una presa per i fondelli. La delusione è incommensurabile e, per la prima volta da molto tempo a questa parte, non c'è davvero nulla di buono che si possa dire sull'ultimo set di Magic: The Gathering. Beh, a parte il fatto che è destinato a essereper aiutare i negozi di videogiochi locali.

Se Wizards volesse davvero aiutare i negozi, abbasserebbe il costo dei suoi prodotti per i negozi locali, incentivando maggiormente le persone ad acquistare da loro. Ci sono molti modi in cui Wizards potrebbe sostenere i negozi in modo più evidente, ma non è questo il problema.accadere.

Innistrad: Double Feature rappresenta un inizio di 2022 decisamente sottotono per Magic: The Gathering. Anche se non crediamo nemmeno per un secondo che questa sarà la norma per il 2022, è comunque una vendita sconcertante da parte di un'azienda che sta facendo soldi come mai prima d'ora in un gioco con costi in costante aumento e una preoccupante tendenza alla sovrasaturazione e al power creep. Francamente, questa è Wizards ofthe Coast e Magic: The Gathering ai minimi storici.

Thomas Murphy

Thomas Murphy è un giocatore appassionato che gioca ai giochi da tavolo da oltre 20 anni. Ha un amore ineguagliabile per tutti i tipi di giochi da tavolo, di carte e di dadi, e traspare davvero negli articoli che scrive. Che si tratti di un'immersione profonda in un gioco classico, di una recensione di una nuova versione o di un'analisi delle ultime tendenze nel mondo dei tavoli, la scrittura di Thomas è sempre coinvolgente, perspicace e, soprattutto, divertente. Quando non è impegnato a giocare o a scriverne, Thomas trascorre il suo tempo insegnando e facendo da mentore a nuovi giocatori, facendo volontariato nei negozi di giochi locali e viaggiando per convegni ed eventi in tutto il mondo. Il suo obiettivo è diffondere il suo amore per i giochi da tavolo in lungo e in largo e condividere con gli altri la gioia e l'eccitazione che derivano dal sedersi con amici e familiari e giocare insieme a un grande gioco.